Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator

Artist: Giovanni Dell'Olivo     Album: VENETIKO REBETIKO     Label: AlfaMusic     Code: AFMCD302

VENETIKO REBETIKO

  • VENETIKO REBETIKO

  • Giovanni Dell'Olivo

  • 14 June 2024

  • AFMCD302

  • 803205002411

  • Digital, AlfaMusic

  • No covers downloadable for Guests

No tracks downloadable for Guests

  • Total views : 74

  • Today views : 1

  • Created on : 07 July 2024

  • Total songs : 11

  • Total comments : 0

  • From: AlfaMusic

Press Release

Venetiko Rebetiko è un viaggio musicale attraverso le rotte del Mediterraneo che ci riporta idealmente alle tratte delle Mude da Mar, percorse sin dal medioevo dai mercanti veneziani, trasformando il Mare Nostrum in un crocevia di beni materiali, di culture, idiomi, esperienze. 

In una parola, di Civiltà.

Giovanni Dell’Olivo, veneziano di origini levantine, compositore, cantautore, interprete di musica popolare, da oltre vent’anni lavora a progetti di contaminazione musicale attingendo alle varie culture musicali del Mediterraneo con un Collettivo di musicisti “a geometrie variabili”, che va sotto il nome di LAGUNARIA. Il punto di partenza è stato il recupero e la valorizzazione della musica popolare veneta e italiana e da qui è cominciato un viaggio sperimentale di rielaborazione di forme e contenuti attraverso apparentamenti inediti con altre tradizioni musicali, nella consapevolezza che il linguaggio musicale è liquido, osmotico, plasmabile come lo è il mare alle forme delle coste che lo conterminano. La musica, come l’amore è linguaggio universale, conseguimento patrimoniale immateriale dell’umanità, tesoro che si manifesta hic et nunc, ma che lascia segni profondi a chi ne sa cogliere i frutti.

Venetiko Rebetiko trae spunto dal lavoro di traduzione e rielaborazione di alcuni brani di quel peculiare movimento musicale greco sorto agli inizi del ventesimo secolo, denominato Rebetiko. La musica rebetika, il “blues greco”, è straordinariamente ricca perché raccoglie in sè elementi di contaminazione musicale eterogenei, sia nelle strutture musicali che nei testi. È la musica dei profughi greci di Smirne e Costantinopoli che, dopo la cosiddetta “Catastrofe” del 1922, quando Grecia e Turchia fecero uno scambio scellerato di popolazioni dai territori limitrofi, si riversarono nei sobborghi del Pireo e di Salonicco. È la musica di questi emigranti emarginati che si riversano per le strade di un paese, la Grecia, povero e impreparato socialmente e culturalmente a prestare accoglienza a questa ondata migratoria. Il parallelismo è evidente con la vicenda dei profughi istriani in Italia dopo il 1945.

Il Rebetiko è la musica dei bassifondi e i temi cari ai rebetes e alle rebetisse (il panorama degli artisti rebetici raggiunge anzitempo una certa parità di genere) sono riflesso di quel mondo con tratti fortemente libertini e bohémien. Gli avvenimenti storici succeduti alla crisi del 1922 in Grecia ostacoleranno nel periodo di massima diffusione e successo di questo genere musicale la sua stessa sopravvivenza. La dittatura di Metaxas del 1936 mette fuori legge la musica rebetika considerata immorale nei contenuti ed oltretutto etnicamente impura e ne arresta gli interpreti. L’occupazione nazista del 1942 e il regime dei colonnelli del 1967 daranno il definitivo colpo di grazia al movimento. Il recupero nei successivi anni 70 fino ai giorni nostri di questa tradizione è avvenuto, si può dire, per assimilazione simbolica in chiave politica alle idee libertarie contro le dittature.

Nel disco Venetiko Rebetiko Giovanni Dell’Olivo e i suoi “rebetes” del Collettivo di Lagunaria, propongono un’antologia di brani rebetici tradotti e ricontestualizzati di maestri del calibro di Markos Vanvakaris, Antonis Delias, Vassilis Tsitsanis, Vassilis Perpiniadis, Marika Papaghika. A fare da contraltare a questa produzione mediorientale il disco contiene una miscellanea di canzoni originali di Giovanni Dell’Olivo con un unico tema conduttore legato al Mare, alle Città d'Acqua, e al rapporto fra Venezia e le culture del Mediterraneo. 

Track List

1. So ‘nda su una barca nova 4.03

2. La Gibigiana 4.17

3. Frangosiriani (Ragazzina di Città) 3.28

4. Notturno solido 3.02

5. Ta ziliarika’ sou matia (Ballata di incorrisposto Amor) 3.20

6. I skia mou ke ego (Solo un’ombra nel buio) 4.10

7. Ta nea tis Alexandra (L’Odissea di Alessandra) 3.48

8. Sento 4.58

9. Notturno liquido 4.27

10. Il naufragio visto dalla riva 4.21

11. Venetikorebetiko (Soura Ke Mastoura) 3.32

Total time: 43.52

Testi e Musiche: Giovanni Dell’Olivo 1 2 4 8 9 10 - 11(elab.)    Edizioni musicali: Alfa Music Studio (SIAE)

Markos Vamvakaris: 3 - 5

Kostas Virvos - Vassilis Tsitsanis: 6

Vaggelis Perpiniadis: 7

Personnel

Il collettivo di Lagunaria per Venetikorebetiko:

  

Giovanni Dell’Olivo chitarre, bouzouki, baglamas, banjo, voice

 Alvise Seggi contrabbasso, violoncello, oud, percussioni

 

 Walter Lucherini bandoneon

 

 Stefano Ottogalli chitarra classica

 

 Michele Bonivento pianoforte e tastiere

 

 Mauro Bonicelli violino

 

 Piergiorgio Caverzan clarinetto

 

 Max Trabucco percussioni

 

 Serena Catullo voice, baglamas 

 

Prodotto da Giovanni Dell'Olivo per AlfaMusic Label&Publishing

Coordinamento di produzione Fabrizio Salvatore (AlfaMusic) 

 

Fotografie: Andrea Ferro

Illustrazioni: David Prudhomme

Art direction e Progetto grafico: Francesco Gemelli 

 

Recording Data

Registrazione editing e mixaggio: M. Bonivento

 

Mastering: Federico Pelle 

 

Mastering per DDP & HD stores: AlfaMusic Studio, Roma

a cura di Alessandro Guardia 

 

 

 

 

More Albums From AlfaMusic