Artist: Paolo Zou     Album: Venus     Label: Auand     Code: AU5020

Venus

  • Venus

  • Paolo Zou

  • 01 April 2022

  • AU5020

  • 8031697502043

  • No covers downloadable for Guests

No tracks downloadable for Guests

  • Total views : 536

  • Today views : 1

  • Created on : 13 February 2022

  • Total songs : 12

  • Total comments : 0

  • From: Auand

Press Release

Paolo Zou, Venus
Il chitarrista romano pubblica con Auand un album eclettico e ricco di colori

Il nuovo lavoro di Paolo Zou, la cui progettazione iniziale risale all’inizio del 2020, durante i mesi di quarantena dovuti al Covid, è intenzionalmente ricco di sfumature e situazioni musicali sensibilmente differenti. Un’ampia varietà stilistica che costituisce, del resto, il filo rosso e la caratteristica principale che ha contraddistinto l’intero percorso musicale del chitarrista romano. Zou negli anni infatti, oltre al jazz, produce musica elettronica, suona reggae-ska ed è attivo in ambiti pop e hip hop. 

Venus”, pubblicato da Auand Records, sarà disponibile da venerdì 1 aprile e singoli tratti dall’album usciranno su tutte le piattaforme streaming a partire da venerdì 4 marzo.

«Come per ogni mio lavoro compositivo – spiega Paolo Zou – ho capito dapprima con chi avrei voluto registrare il prossimo lavoro a mio nome, per poi solo più tardi cominciare a scrivere musica, pensando soprattutto ai musicisti per i quali la stavo scrivendo».
Ad affiancarlo nell’album sono dunque Adriano Matcovich al basso elettrico, e voce su un brano, e Dario Panza alla batteria e alle percussioni, aggiunte in un secondo momento in un paio di brani.
«Durante la prima prova per questo lavoro – racconta Zou – con Adriano e Dario c'è stata fin da subito una profonda intesa e una grande affinità di approccio al jazz e alla musica improvvisata. Riguardo al processo compositivo una mia costante è quella di scrivere tutto a casa, rigorosamente su carta, spesso anche le parti di basso e batteria, per poi verificare insieme se quel che ho pensato funziona oppure no. In questo caso è stato fin troppo semplice mettersi d'accordo su qualsiasi aspetto riguardante il lavoro da svolgere insieme! Ci accomuna una visione aperta, assolutamente inclusiva. Non a caso condividiamo un'estrema varietà di ascolti, dal Jazz, alla Trap, al Soul, al Pop, alla Classica».

“Venus” è un album letteralmente ricco di tinte e di tonalità. Infatti, a partire da un elemento autobiografico, una leggera forma di sinestesia, ovvero quella sorta di contaminazione dei sensi nella percezione che permette di avvertire una relazione tra suoni, colori e forme, Zou ha scelto di evidenziare un aspetto della creatività che già in passato ha intrigato artisti, letterati e poeti: dalle vocali colorate di Baudelaire alla volontà di dipingere la musica di Kandinsky.
«In questo album – confida Zou – ho voluto dare spazio al fatto che per me ogni brano, che sia mio o di altri, evoca uno o più colori precisi. Tutti i brani, tranne alcuni brevi intermezzi, sono perciò intitolati con un oggetto del colore del brano. E quindi VENUS è giallo, ORHIS osso, COVELLITE azzurro, ADAMITE verde, BLACK ONYX nero, IS ARUTAS, infine, è bianco».
 
 
ENG
 
Paolo Zou, Venus
The new multifaceted, colorful album by Italian guitar player Paolo Zou, out now on Auand Records

Italian guitar player Paolo Zou’s new record, conceived over the lockdown weeks in early 2020, is intentionally nuanced and filled with different music moods. Such stylistic variety is key to Zou’s career, which includes electronic music production, reggae-ska, as well as appearances in the pop and hip-hop scene.
Released by Auand Records, “Venus” will be available on April 1st – singles from the album will pop up on all streaming platforms starting Friday, March 4th.
«Just like every composition I’ve made – Paolo Zou explains – I first figured out who I wanted to record with in my first album as a leader, then I started writing music, focusing on the musician I picked.» The lineup includes Adriano Matcovich on electric bass (plus vocals on one track) and Dario Panza on drums.
«On our first rehearsal – Zou recalls – there was immediately a deep understanding with the three of us, and a very similar approach to jazz and improvised music. When it comes to writing, I usually do everything at home, on paper, often including bass and drums. Agreeing with them on basically everything music-related was a breeze! We all have an open, inclusive mind. And we share a varied taste in music: ranging from jazz, trap, soul, and pop, to classical.»
“Venus” is a colorful, richly nuanced album, partly because of Zou’s personal experience: a slight form of synaesthesia, which allows him to feel a connection in sounds, colors and shapes. He decided to highlight this specific aspect of creativity – something that has intrigued artists, writers and poets, such as Baudelaire and Kandisnky, over the centuries.
«In this album – he adds – I wanted to make room for the colors evoked by songs, regardless of who wrote them. This is why every track title (except for some interludes) recalls an object with the color of that track: Venus is yellow, Orhis is red, Covellite is blue, Adamite green, while Is Arutas is white.»

Track List

1 Seahorse #1
2 Is Arutas
3 Seahorse #2
4 Orhis
5 Seahorse #3
6 Covellite
7 Seahorse #4
8 Venus
9 Seahorse #5
10 Adamite
11 Seahorse #6
12 Black Onyx

Personnel

Paolo Zou - guitar
Adriano Matcovich - electric bass
Dario Panza - drums

Recording Data

Recorded at Jedi sound Studio on October 30-31, 2020 by Jesse Jermanò.
Mixed at Jedi Sound Studio in February 2021 by Alessandro Donadei.

More Albums From Auand