Artist: Giulio Gentile     Album: Insight     Label: Auand     Code: AU3024

Insight

  • Insight

  • Giulio Gentile

  • 28 January 2022

  • AU3024

  • 8031697302421

  • Jazzos, Auand

  • No covers downloadable for Guests

No tracks downloadable for Guests

  • Total views : 407

  • Today views : 2

  • Created on : 26 November 2021

  • Total songs : 10

  • Total comments : 0

  • From: Auand

Press Release

Nel suo nuovo album “Insight” per Auand Records 
Giulio Gentile esplora la forma del trio
Un lavoro in equilibrio tra introspezione e dialogo

Nonostante la giovane età il pianista abruzzese Giulio Gentile ha ormai collezionato una ragguardevole quantità di premi e riconoscimenti, sia in Italia che all’estero.
Già membro di numerosi progetti, dal duo al quintetto, si cimenta ora nella classica forma del trio dove troviamo al suo fianco Pietro Pancella al contrabbasso e basso elettrico e Michele Santoleri alla batteria. Una scelta non occasionale ma frutto di una lunga frequentazione e affinità musicale.

«I miei collaboratori – come spiega lui stesso – sono stati fondamentali, sia a livello musicale che umano, per arrivare alla realizzazione di questo disco. Hanno sempre creduto nella mia musica e mi hanno sempre dato l’energia necessaria per proseguire questo progetto. Ci lega insomma una profonda amicizia. Inizialmente ci siamo semplicemente incontrati per provare a suonare qualcosa insieme, in seguito si è andato sviluppando un repertorio centrato su mie composizioni e arrangiamenti che ha portato poi alla nascita del trio a mio nome. Quando suono con loro riesco a percepire il trio come un'unica persona, c’è molto interplay e ascolto reciproco e questa cosa mi piace molto!».

Insight”, pubblicato da Auand Records, sarà disponibile in CD e su Bandcamp da venerdì 28 gennaio. Dieci singoli tratti dall’album usciranno inoltre su tutte le piattaforme streaming a partire da venerdì 14 gennaio.

L’album raccoglie una serie di composizioni che coprono un lungo arco di tempo. Ai brani scritti nel 2018/2019 per la tesi in conservatorio ne sono seguiti altri, fin a ridosso della stessa sessione di registrazione. Come rivela Gentile «L’ultimo brano del Cd, inevitabilmente dal titolo “The End”, l'ho scritto la settimana prima di andare in studio!».

Si tratta di un lavoro che programmaticamente cerca e trova un’impronta personale e originale, evitando di chiudersi in forme ordinarie di genere.
«La caratteristica principale del progetto – come infatti racconta Giulio Gentile – è la ricerca di una nostra identità musicale. Nello scrivere questi brani non mi sono posto troppi paletti di genere perché credo che quando si parla di composizione ognuno debba essere il più libero possibile. Non mi sono domandato se un brano fosse “abbastanza jazz” o altro, semplicemente ho buttato su carta delle idee che in qualche modo rispecchiassero qualcosa di me, cercando di trovare un suono il più originale possibile e sfruttando i punti di forza di ognuno dei componenti del trio».

Pur nella cospicua presenza di tempi dispari, poliritmie e strutture armoniche ardite l’album ha comunque sempre un forte e largo respiro melodico, sia nei temi che nelle improvvisazioni. Oltre agli aspetti strettamente tecnici e compositivi ogni brano racchiude inoltre sfumature più personali, che lo stesso Gentile tiene a sottolineare. «Dopo aver scritto parte di questi brani mi sono accorto di aver rappresentato in essi una serie di miei pensieri, idee, desideri, storie personali e paure. Da qui la scelta di chiamare questo lavoro “Insight”, da intendersi appunto come un sguardo introspettivo, una visione che cerco di trasmettere agli altri con parole mie, ovverosia con la mia musica».

Un aspetto narrativo, espressivo e dialogico sempre presente ma che, per esempio, caratterizza in modo particolarmente simbolico due tracce dell’album. Facendoci entrare nella sua personale “officina” compositiva Gentile ci confida infatti che «Ho scritto la ballad “Mankind to Earth” immaginandola come una sorta di dialogo tra l'intera umanità e la Terra. Più precisamente l’umanità chiede perdono a quest'ultima per tutto il male che le ha fatto e continua a farle. In risposta c’è “Earth to Mankind”, brano che ho cercato di rendere volutamente più caotico e viscerale, concentrandomi su un'unica melodia che si ripete dall'inizio alla fine e attorno a cui ruotano gli altri strumenti. Questo senso di caos e dispersione mi faceva pensare all'aspetto più intrinseco, forte e distruttivo del potere della natura. Compositivamente per esprimere questa idea ho sfruttato aspetti ritmici e utilizzato una clave in 9/8».
 
 
ENG
 
Giulio Gentile explores the trio in his new “Insight”
out now on Auand Records

Now an established name in and outside his country, multi-awarded Italian pianist Giulio Gentile has recently focused on exploring the possibilities offered by the trio, along with longtime collaborators Pietro Pancella on bass and double bass, and Michele Santoleri on drums.

«They have been essential – Gentile says –, both musically and as human beings, to complete this work. They have always believed in my music, adding the right energy to the project. We’re good friends. At first, we simply met to play something together, and then we developed a repertoire focused on my compositions and arrangements, which led to this trio. Playing with them makes me feel the trio as one person. There’s a lot of interplay and listening, which I love!»

Insight”, released by Auand Records, will be available on CD and on Bandcamp on January 28, 2022. Singles will be released on all streaming platforms starting on January 14.

Trying to avoid specific shapes, this album is a work on identity: «The key to this project – Giulio Gentile adds – is about us finding our musical identity. I didn’t limit myself too much when writing these tunes because I believe in composition as freedom. I didn’t wonder if it was “jazz enough” or anything, I simply put down things on paper: ideas that could mirror something about me, trying to find an original sound and leveraging everyone’s strengths.»

Although difficult structures and polyrhythms abound, “Insight” is centered on melody, both in themes and improvisation. And it gets personal. «After writing some of these tunes I realized I put a lot of myself in them: ideas, thoughts, wishes, fears. This is why I picked this title: it’s me trying to communicate my vision through my music. I imagined “Mankind to Earth” as a dialogue between humanity and Planet Earth. Mankind begs for mercy, trying to be forgiven for everything has been (and is being) done to Earth. And there is a response, in “Earth to Mankind”, which I made more chaotic and rough, insisting on one melody that repeats from beginning to end. This sense of chaos and mess made me think of the inner, stronger and destructive face of nature, which I tried to convey using a 9/8 clave rhythm.» 

Track List

1 Hope
2 Cremisi
3 Throw The Stone
4 Mankind To Earth
5 Earth To Mankind
6 Libero
7 L'Aventino
8 Fight Or Flight
9 Fortress Of Solitude
10 The End
 
All compisitions by Giulio Gentile (published by Jazz Engine ed. mus.) 

Personnel

Giulio Gentile - piano
Pietro Pancella - double bass, electric bass
Michele Santoleri - drums

Recording Data

Recorded, mixed and mastered by Domenico Pulsinelli and Claudio Esposito at Bess Recording Studio, Montesilvano (Italy) on September 2020

Produced by Giulio Gentile
executive producer: Marco Valente
cover photo by Diego Costantini
inner and back cover photos by Giacomo Alberico

More Albums From Auand